martedì 31 luglio 2012

NATURALMENTE IN EQUILIBRIO


PROBLEMI D’UMORE?
VAI CON L’IPERICO!

L’ Iperico (Hypericum perforatum L.) è una piccola pianta erbacea perenne originaria dell’Europa e dell’Asia Occidentale, conosciuta in tutto il mondo come “St. John’s Worth” (erba di S.Giovanni) e la possiamo trovare allo stato selvatico con i suoi fiori gialli in varie zone della nostra penisola. Il nome deriva dall’antica tradizione popolare, che raccoglieva la pianta nella notte tra il 23 e il 24 giugno, giorno della festa di San Giovanni Battista. Oltre alle valenze magico-religiose, diciamo che questa pianta veniva (e viene tutt’ora) raccolta nel suo tempo balsamico, momento in cui la droga è più ricca dei suoi principi attivi, che è appunto a fine giugno. Nella medicina popolare chiamavano l’iperico anche fugademonum (cacciadiavoli), poiché preso sottoforma di infuso veniva utilizzato contro la malinconia, gli sbalzi d’umore, l’agitazione nervosa e alcune forme d’isterismo, tutte condizioni attribuite, all’epoca, ad influssi malefici. L’interesse della medicina moderna per questa pianta è dovuto alle numerose conferme scientifiche delle proprietà dell’estratto: agisce sul sistema nervoso come antidepressivo, al pari di psicofarmaci di sintesi, senza tuttavia presentare gran parte degli effetti collaterali.
Vorrei citare, per l’appunto, qualche effetto collaterale dei comuni farmaci antidepressivi, che molto spesso medici incompetenti ordinano come fossero caramelle: nausea, anoressia, diarrea, cefalea, tremori, disturbi urinari, affaticamento, palpitazioni, disturbi della sfera sessuale, insonnia, irritabilità e agitazione, vertigini, alterazione della vista, ipotensione arteriosa.
Ci sono casi in cui questi farmaci sembrano essere fondamentali, poiché ci sono persone che presentano patologie ben definite e alquanto gravi. Ebbene, non mi sto riferendo a queste situazioni quando parlo dell’iperico. A tutti è capitato un momento difficile nella propria vita e di soffrire di repentini sbalzi d’umore; ma è un momento, non una condizione definitiva, e va preso con consapevolezza, evitando di affidarsi pigramente ad uno psicofarmaco.
POSOLOGIA: la durata prevista con il trattamento dell’iperico è di 4-6 settimane. Generalmente sono sufficienti 2 settimane per vedere un primo riscontro. La dose giornaliera massima è di 1000 mg da suddividere in 2-3 somministrazioni. Solitamente lo trovate in capsule, da prendere 1 al mattino e 1 nel pomeriggio. L’iperico aumenta il contenuto cerebrale della serotonina, “l’ormone del buonumore”!
Convinta che la natura abbia il suo senso e che in qualche modo comunichi con noi, non è un caso se questa pianta fiorisce in estate e il colore dei suoi fiori sia il giallo. Il giallo corrisponde in modo simbolico al Sole, alla felicità. Infonde un effetto di luce, allegria e ottimismo. Rappresenta l’apertura, il rilassamento a livello psicologico, il mutamento verso il nuovo e la speranza e l’attesa di un mutamento di maggiore felicità. Possiede, quindi, effetti benefici sul sistema nervoso.
Credete sia un caso che proprio l’Iperico abbia questo colore? Io credo di No.

Buon Sole dentro e fuori a tutti!
Ilaria



venerdì 11 maggio 2012

NATURALMENTE IN EQUILIBRIO


GAMBE GONFIE? HAI UNA CATTIVA CIRCOLAZIONE!

A volte sembra non essere sufficiente seguire un’alimentazione equilibrata e fare attività fisica per permettere al nostro organismo di funzionare al meglio; perciò è necessario, in alcuni periodi dell’anno, integrare la dieta con sostanze naturali adatte.
In particolare, perché ci sia una buona circolazione negli arti inferiori, è necessario seguire alcune “regole” base: scarpe comode per chi lavora 6-8 ore in piedi, collant graduate appositamente create per prevenire la formazione di capillari e vene varicose, ed integratori alimentari per aiutare il sistema linfatico e il nostro sangue a circolare meglio!
Ecco qualche pianta utile, ricca di flavonoidi, antociani e saponine (principi attivi), atta a prevenire le cosiddette “gambe gonfie”:

  • IPPOCASTANO (Aesculus Hippocastanum). Ha attività flebotoniche, consigliato in caso di insufficienza venosa, crampi, vene varicose, edemi. Inoltre, grazie alla presenza di escina (principio attivo), l’Ippocastano è particolarmente adatto nel trattamento delle emorroidi.

  • MELILOTO (M. officinalis). Ha attività antiinfiammatoria con aumento del flusso venoso e linfatico. Inoltre ha azione cicatrizzante e regolatrice nei confronti della microcircolazione.

  • VITE ROSSA (Vitis Vinifera). Questa pianta è conosciuta soprattutto (oltre che per il suo frutto) per la presenza di RESVERATROLO, un potente antiossidante generale che ha mostrato effetti protettivi nella prevenzione delle malattie vascolari. Esplica un’azione vaso protettiva completa, portando ad un’ aumento della resistenza capillare (capillaroprotettrice).

  • RUSCO (Ruscus Aculeatus). Grazie alla presenza del flavoniode Ruscogenina, questa pianta è utilizzata nella terapia delle varici venose.

  • MIRTILLO NERO (Vaccinium myrtillus). I frutti, che noi tutti conosciamo, sono ricchi di flavonoidi – antocianosidi, i quali portano ad un aumento della resistenza capillare con azione specifica sugli enzimi della retina.

  • CENTELLA ASIATICA (Hydrocotyle asiatica). Questa pianta è particolarmente indicata nella cicatrizzazione delle ulcere cutanee o gastrice, nell’insufficienza venosa cronica, in particolare degli arti inferiori, e sulla cellulite connessa a fenomeni di deficienza microcircolatoria.





Gli estratti li potete trovare in monoconcentrati (gocce o capsule), oppure in prodotti formulati apposta per questo tipo di problema.
Sarebbe bene associare, in caso di gambe gonfie o gonfiore in generale, qualche diuretico- drenante per eliminare i liquidi in eccesso. Tra gli estratti vegetali ad azione drenante ci sono: Ananas, Verga d’Oro, Betulla, Tarassaco, Tè Verde, Tè di Giava (Ortosiphon), Equiseto, Ortica, Mais.
NB. Raccomando a chi soffre di bassa pressione di non utilizzare prodotti diuretici!! Esistono comunque in commercio, prodotti drenanti formulati in modo tale da essere utilizzati anche da chi soffre di ipotensione. In ogni caso chiedete sempre consiglio al vostro medico, farmacista o erborista di fiducia!

Ed ora…circolareeeee, che l’estate sta per arrivare!!!  :-)

Ilaria

lunedì 7 maggio 2012

Orticolario ottobre 2012

Orticolario . Quarta edizione
5-6-7 ottobre 2012 . Villa Erba . Cernobbio . Lago di Como

Per un giardinaggio evoluto.


Emozioni sonore

Festival Internazionale del cortometraggio botanico



mercoledì 2 maggio 2012

Giornata Mondiale dell'Ambiente

5 giugno: Giornata Mondiale dell’Ambiente vedrà come palcoscenico il Brasile  da cui verrà inviato il messaggio: anche le azioni dei singoli contano e possono avere un impatto esponenziale sul pianeta, aiutando a ridurre l’inquinamento.

Il paese sudamericano ha preso negli ultimi anni decisioni importanti per affrontare il problema della deforestazione in Amazzonia ed è anche in prima linea sul fronte dello sviluppo di un’economia che includa il riciclo, l‘energia rinnovabile e la generazione di posti di lavoro “verdi“.

Fonte: www.tuttogreen.it