sabato 24 dicembre 2011

BUONE FESTE!!!!!!

Voglio fare i miei più cari auguri di buone feste a tutti i miei lettori...

Auguri speciali per lettori speciali..

Ecco alcune opere da voi eseguite:


Decorazione per albero di Natale di SARA



Albero di Natale di carta, di KINA'



Pupazzo di neve fatto con bicchieri di plastica, ALBERTO



Albero di Natale con rami secchi e adobbi in panno, GIOCABOSCO

COMPLIMENTI A TUTTI!!

E TANTI TANTI AUGURI DI BUONE FESTE...

Merry Christmas
Joyeux Noel
Vrolijk Kerstfeest en een Gelukkig Nieuwjaar

Wesolych Swiat Bozego Narodzenia
Feliz Navidad
Fröhliche Weihnachten
Kellemes Karacsonyi unnepeket
Glædelig Jul
Hyvaa joulua
Joyeux Noel
Kala Christouyenna

mercoledì 21 dicembre 2011

TESORI DI PIANURA: i ciclamini a Montagnana

Oggi voglio segnalarvi una nuova videorubrica di PianuraNews.tv "TESORI DI PIANURA".
Videorubrica che valorizza le aziende del territorio e ci fa conoscere realtà a noi vicine.
Personalmente lo trovo un progetto molto interessante e da apprezzare!

Nella prima puntata, i ciclamini, specialità dell'Azienda Agricola Zonato Diego di Montagnana, il Dott. Giovanni Nalin presenta l'azienda e ci trasmette importanti e curiose nozioni sui ciclamini.


Ci saranno altri video prossimamente. Voglio sottolineare il mio apprezzamento e fare i complimenti agli ideatori della rubrica, rivolgendo un speciale in bocca  al lupo al mio collega agronomo Giovanni!

giovedì 15 dicembre 2011

NATURALMENTE IN EQUILIBRIO: MA perché BISOGNA “INTEGRARE”?

Il Ministero della Salute dice che: gli integratori alimentari sono “prodotti alimentari destinati ad integrare la COMUNE DIETA e che costituiscono una fonte concentrata di sostanze nutritive, quali vitamine e i minerali, o di altre sostanze aventi un effetto nutritivo o fisiologico, in particolare, ma non in via esclusiva, amminoacidi, acidi grassi essenziali, fibre ed estratti di origine vegetale, sia monocomposti che pluricomposti in forme predosate.”

Ci avete capito qualcosa? Parla di integrare la “comune dieta”, quindi persone che normalmente, in linea di massima, fanno una colazione abbondante, pranzano con carboidrati e verdura, spuntino con frutta, cena con proteine e verdura. Si certo! In quanti siamo che al mattino si “sbattono” (scusate il termine, ma rende!) e si fanno una bella colazione? E per bella intendo della durata di una mezzora? Pochi, pochissime persone. Integrare significa apportare all’organismo quello che nemmeno mangiando in modo sano e regolare si riesce ad avere nelle proprie risorse. La nostra dieta, quello che mangiamo è davvero tra i fattori principali della nostra salute. Se non possiamo farci niente per lo smog (se non per quelle domeniche di blocco-auto nelle grandi città.. apprezziamo lo sforzo!) e per il resto delle tossine che inquinano l’aria ogni giorno (fatevi crescere i peli nel naso che le fermano!), possiamo cominciare a mangiare in maniera decente? Si possiamo se ci diamo tempo, autodisciplina, conoscenza ed amore per se stessi.
Continua....
                                                                                                                          Ilaria


mercoledì 14 dicembre 2011

FOTOGRAFIA: Carlo Valsecchi. San Luis

Amanti del paesaggio, della natura, della fotografia, delle piante...
Vi voglio consigliare una mostra fotografica presente al MART (Museo d'Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto).

Carlo Valsecchi. San Luis        19 novembre 2011 - 26 febbraio 2012

Sul sito web del Mart troviamo scritto:

La mostra "Carlo Valsecchi. San Luis" presenta 36 grandi opere fotografiche realizzate tra il 2007 e il 2008 in alcuni dei luoghi più sperduti dell’Argentina.
Carlo Valsecchi (Brescia 1965), tra i maggiori fotografi italiani, ha concepito questa serie come “una sorta di Land Art”: gli scatti fotografici veri e propri sono stati il punto di arrivo di un intenso lavoro di ricerca e analisi sui segni, tracce, spostamenti minimi generati dal passaggio umano e animale in un territorio sconfinato.

In "San Luis" si vedono campi arati, oppure spazi aperti mai toccati da mano umana; rettilinei stradali, o lunghissimi canali di irrigazione. In tutti questi casi Valsecchi mostra di voler indagare il rapporto tra spazio mentale e spazio fisico. Un tema, questo, centrale nella ricerca dell’artista, anche in lavori che hanno per soggetto scenari di tipo industriale e architettonico/urbano.

Nel caso di San Luis, la relazione tra ciò che esiste e ciò che si conosce rispetto alla realtà diviene estremamente articolata: il tipo di estensione a cui queste immagini si riferiscono, infatti, per un occidentale è quasi impossibile da decodificare.

Ad esempio nella monumentale “# 0507 San Luis” (2007), larga un metro e mezzo e lunga ben sedici metri e mezzo, un paesaggio sterminato è sormontato da una striscia azzurra. Per un europeo, una visione di questo tipo suggerisce la lontananza del mare. A San Luis, tuttavia, il mare è talmente lontano da essere radicalmente assente. L’azzurro è in realtà un effetto ottico generato da altre terre all’orizzonte che l’occhio non riesce a risolvere.

“La questione – sintetizza Walter Guadagnini nel testo in catalogo (Silvana Editoriale) – è quanto vedere, sino a che punto il vedere può essere spinto prima di trasformarsi nel contrario da sé, nella pura invisibilità”.

Davvero una bella mostra, toccante, coinvolgente, mi ha stupito mi sono ricordata di come un campo di mais non sia solo un campo di mais, di come un campo di girasoli sia molto di più..

"Di rado le persone si fermano ad osservare, preferiscono andare dritte per la loro strada, ed è un vero peccato, perché ci sarebbe così tanto da vedere."
                                                                            (dal film "Desperate Housewives")

Fermatevi ad osservare, non sarà mai tempo perso ma guadagnerete sempre qualcosa da aggiungere al vostro bagaglio.


Carlo Valsecchi. # 0489 San Luis, San Luis, RA. 2008. C-Print, 180 x 230 cm. Collezione privata, Italia

lunedì 12 dicembre 2011

BIODIVERSITA': banca mondiale delle sementi

Lo sapevate che nell´isola di Spitsbergenin, nel Circolo Polare Artico eiste una banca della biodiversità che raccoglie  la più completa collezione di semi di colture alimentari.

Il presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso, l'ha definita «un giardino dell'Eden surgelato», i più romantici la chiamano «l'arca di Noè dei vegetali», il nome ufficiale è Global Seed Vault.

La Global Seed Vault, già la più completa e variegata collezione di semi del mondo, arriverà a ospitare quattro milioni di tipi di chicchi. L'isolamento, la profondità e il freddo promettono di difendere questo graniere dell'umanità anche dalle eventualità più fantasiose: cataclismi planetari innescati da meteoriti o dal cambiamento climatico, guerre nucleari, scontri di comete. Non ha bisogno di nulla. Un compressore di 10 kilowatt abbassa la temperatura a meno 18°. In queste condizioni l'orzo dovrebbe resistere duemila anni, il sorgo quasi 20 mila.
Nel mondo ci sono circa 1.400 banche dei semi (quella italiana si trova a Bari). Molte di queste, specialmente nei Paesi in via di sviluppo, versano in pessime condizioni e rischiano di perdere il loro patrimonio genetico.

« Dette vert ein frosen Edens hage. Ein stad der livet kan takast vare på i all framtid, same kva som skjer rundt om i verda. »
(José Manuel Barroso)

« Questo è un giardino dell'Eden ibernato. Un luogo dove la vita può essere curata in eterno, non importa cosa succede là fuori, nel resto del mondo. »

martedì 6 dicembre 2011

La Torre Eiffel diventerà un giardino!

PARIGI- La Torre Eiffel potrebbe diventare completamente verde di piante e cespugli, un modo per rinnovare l’ardire tecnologico che già ne accompagnò la nascita (nel 1889) e farne un colossale simbolo dell’impegno di Parigi e della Francia per l’ecologia. In una città dove molti condomini (anche nel molto chic VII arrondissement) ancora non fanno la raccolta differenziata, il progetto delle società di ingegneri Ginger e Vinci potrebbe sensibilizzare i cittadini ricordando loro, ogni giorno, l’importanza di abbassare il tasso di anidride carbonica nell’atmosfera.

Le figaro fornisce i numeri della possibile operazione 600 mila piante, 600 alberi piantati ai piedi della Torre, 378 tonnellate di peso in più e un investimento di 72 milioni di euro, che sarebbero forniti principalmente da un consorzio delle maggiori aziende quotate alla Borsa parigina.

Anche Parigi si presta a diventare sempre più "green", sono già presenti diverse pareti verdi nella capitale francese.

www.corriere.it/ambiente

Impariamo a guardare oltre, a rivisitare monumenti, edifici, spazi verdi per aggiungere modernità e senso di responsabilità, aiutando l'ambiente e noi stessi!

venerdì 2 dicembre 2011

Alberi di Natale eco friendly

Guardate questi alberi di Natale fatti con materiale riciclato che ho trovato sul sito tuttogreen.


                                                      Albero fatto con bottiglie di birra


                                                       Albero fatto con lattine di birra

E guardate che belli questi decori natalizi fatti con feltro, bottoni, ritagli di stoffa..
Io li trovo davvero bellissimi, oltre ad essere semplici da fare ed economici!





                                                                                                                                         
Cosa ne pensate???
Se avete tempo e voglia di divertirvi provateci anche voi!

Se volete mandatemi le foto delle vostre "opere d'arte" alla mia e-mail alessiaruzza@gmail.com, le più belle verranno pubblicate!

lunedì 28 novembre 2011

ERBICIDA NATURALE: un progetto italiano

Il progetto ECOVIA si propone di sviluppare ed avviare la produzione di un nuovo erbicida di origine naturale per il controllo della vegetazione infestante. Questo prodotto potrebbe permettere di sostituire o affiancare prodotti attualmente utilizzati, diminuendo l’impatto sull’ambiente.

Un team completamente italiano si sta impegnando nell’attività di ricerca e sperimentazione.
Alcuni fra le principali istituzioni italiane di ricerca  (ENEA, CNR, Università di Milano Bicocca e Università di Napoli Federico II) insieme con il Comune di Alzano Lombardo (BG) e l’Azienda Scarpellini, condividono competenze ed esperienze e collaborano tra di loro per sviluppare un nuovo prodotto erbicida che possa essere efficacemente impiegato per la gestione delle infestanti in ambienti urbani ed extra-agricoli in genere.


In ogni ecosistema popolato da piante, macro e microrganismi vi sono continue interazioni fra tali organismi, molto spesso di natura bio-chimica.
Fra i vari segnali, particolarmente interessanti sono quelli che intervengono nelle interazioni fra una specie vegetale ed un microorganismo fitopatogeno agente di malattia (ad esempio un fungo microscopico, come nel caso studiato nel presente progetto).

Il progetto di ricerca e sviluppo industriale di Ecovia vuole sviluppare ed avviare a produzione un nuovo erbicida di origine naturale per il controllo della vegetazione infestante, già individuato nelle sue componenti attive. Questo prodotto permetterà di sostituire o affiancare prodotti di sintesi attualmente utilizzati, diminuendo l’impatto sull’ambiente.

http://www.ecovia.net/

mercoledì 23 novembre 2011

10 ANNI DI FSC IN ITALIA

Nel 2011 il Gruppo FSC-Italia compie dieci anni i festeggiamenti si terranno venerdì 16 dicembre 2011 a Padova,  in fortunata concomitanza con l’iniziava ufficiale del Comune di Padova per l’Anno internazionale delle foreste.

Il marchio FSC identifica i prodotti contenenti legno proveniente da foreste gestite in maniera corretta e responsabile secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici.

Programma:

Prima parte - riservata a soci, aziende certificate, enti di certificazione, consulenti e ospiti su invito o previa segnalazione alla Segreteria
[presso Palazzo Moroni, Via del Municipio 1]

17:30 - 18:00 Caffè equo&solidale di benvenuto
18:00 - 18:10 Saluti istituzionali e introduzione
18:10 - 18:45 10 anni di FSC: numeri, successi, ringraziamenti
18:45 - 19:00 Il futuro di FSC: presentazione delle attività per il 2012
19:00 - 19:15 Presentazione di ETIFOR srl, spin-off dell’Università di Padova e di FSC-Italia
19:15 - 20:00 Stand informativi
20:00 - 21:00 Buffet

Seconda parte - aperta a tutti
[presso il Teatro Ruzante – Università di Padova, Riviera Tito Livio, 45]

21:00 - 21:30 Perché l’Anno Internazionale delle Foreste? (momento divulgativo con il coinvolgimento della Facoltà di Agraria dell’Università di Padova e del Comune)
21:30 - 23:00 Spettacolo teatrale ”Alberi” (realizzato dalla compagnia “La Piccionaia” di Vicenza, ispirato a testi di Mauro Corona)

Paysalia per professionisti, amanti del paesaggio e del giardino a Lione

Il 6-7-8 dicembre 2011a EUROEXPO LIONE (FRANCIA) c'è fiera che riunisce tutti i professionale del settore del paesaggio.

300 espositori internazionali, che partecipano alla progettazione, creazione e manutenzione del verde.

Scopri di più su http://www.paysalia.com/

lunedì 21 novembre 2011

PLANTABLE



Un tavolo speciale, ai piedi vengono piantate piante rampicanti...
Il giardino si trasferisce in casa "e prende piede"...







Info: JAIL


martedì 15 novembre 2011

Un pollaio da giardino

Due creativi inglesi, Matthew Hayward e Nadia Turan, hanno creato "The Nogg", una casetta per galline alternativa, a forma di uovo, simpatica e funzionale.


The Nogg, assolutamente ecologica, è realizzata in cedro, una qualità di legno che oltre ad avere proprietà antibatteriche, ha un inconfondibile profumo. Inoltre il legno usato è prodotto in modo sostenibile.


La struttura, moderna e funzionale nell'insieme, ha poi una porticina in acciaio inossidabile e nella parte superiore, una cupola in vetro rialzata per far passare il cibo.

The nogg is a modern chicken coop in the shape of an egg. It has been designed sculpturally to enhance and compliment it's surroundings. The nogg houses from 2-4 chickens, is fox proof, made from a sustainable and durable cedar wood and has been
crafted by hand in the UK. The nogg transcends ideas of what a chicken house usually looks like. It is designed to encourage domestic farming while adding a touch of playful elegance. The nogg sits beautifully in any garden, urban or rural environment aiding and advocating the provenance of homegrown foods. Domestic chicken keeping has become a huge trend which is a great testament to their personalities as well as providing the freshest of breakfasts!


lunedì 14 novembre 2011

Sun 2011 PARKGREEN

Al SUN di Rimini di quest'anno ho conosciuto una delle ideatrici di PARKGREEN Silvia Petrini (architetto), che assieme alle colleghe Laura Feliciani e Elise Le Duc hanno sviluppato questo progetto per il concorso Sun.Lab.

"Un salto nel futuro. Un’utopia che guarda lontano. Un parcheggio che si fa giardino. Un giardino che si instaura tra i passanti. Uno spazio verde nella città." Lo descrivono così il loro giardino davvero speciale..

PARKGREEN è un giardino come tanti, un giardino alla portata di tutti e soprattutto un giardino che s’iscrive in una visione utopica della città . Tutti gli elementi che fanno di uno spazio, un vero giardino, sono presenti: una superficie, un terreno, un luogo tranquillo, accogliente, verde e fiorito. Un vero e proprio giardino nel cuore della città, tra una strada e un marciapiede.
Tra l’idea e il sogno di tutte le persone di avere un giardino, un’utopia nasce: quello che un tempo “era” chiamato parcheggio, diviene “oggi” uno spazio pubblico verde.






Parkgreen is a utopian and hopeful vision o fan imminent future: looking ahead towards the end of this century, it raises a hypothesis about a city where car use is reduced day by day. Parkgreen aims to provide another vision for the use of parking spaces, giving the city new green horizons.
“Dreamer’s garden”. Lie down, close your eyes, listen to the whisper of the wind in the leaves, detach yourself from the bustle of the street for a while… and then go to another place.
Il giardino dei sognatori”. Allungarsi, chiudere gli occhi, ascoltare il rumore del vento tra le foglie, staccarsi per qualche istante dalla frenetica città… e poi andarsene...

Conttato: ekp2088@gmail.com

Pagina facebook: Pensare in Verde
Un'idea giovane, creata da ragazze giovani che merita attenzione e complimenti!!!

Termino l'articolo di oggi con una frase:

"Uscire dalla città, a piedi, è faticosissimo. T'investe la lava bollente del brutto, del rumore, strade sopra strade, tremendi ponti di ferro, treni, camion, Tir, corsie con sbarramenti, impraticabili autostrade, un vero teatro di guerra." Guido Ceronetti, Viaggio in Italia,1983 

Ma noi che lavoriamo nel mondo del verde vogliamo rendere più piacevole la vità in città, porre fine a questo teatro di guerra, e creare nuovi spazi verdi, nuovi angoli fioriti...

Seguitemi anche su facebook per essere sempre aggiornati cercate Landscape Design

venerdì 11 novembre 2011

High Line New York

What is the High Line?

The High Line is a public park built on a 1.45-mile-long elevated rail structure running from Gansevoort Street to West 34th Street on Manhattan's West Side.

What was it used for?

The High Line was a freight rail line, in operation from 1934 to 1980. It carried meat to the meatpacking district, agricultural goods to the factories and warehouses of the industrial West Side, and mail to the Post Office.

Who owns the High Line?



The High Line, south of West 30th Street, is owned by the City of New York and is under the jurisdiction of the Department of Parks & Recreation. It was donated to the City by CSX Transportation, Inc. which still owns the northernmost section (West 30th Street - West 34th Street).

The land beneath the High Line is owned in parcels by New York State, New York City, and more than 20 private property owners.





 
Cinque anni sono passati e in questi mesi anche la Sezione2 del parco, che percorre dieci isolati dalla 20th Street alla 30th Street, ha aperto le porte alla cittadinanza: un percorso multiforme con boschi, ampi prati soleggiati, molte panchine dove sedersi e mangiare qualcosa e una passerella a grata su cui camminare osservando la città sotto ai piedi. Ma sulla High Line non c’è solo natura; qui fiorisce ogni genere di iniziativa culturale e commerciale. C’è un anfiteatro per le rappresentazioni teatrali e le proiezioni cinematografiche, spazi per l’esposizione di opere d’arte, negozi, gelaterie, bar, artisti di strada e molto altro.
Questo non fa che dimostrare come la natura aiuti l’uomo a ritrovare una dimensione di armonia e condivisione. Noi, dal nostro canto, non possiamo fare altro che aiutare la natura. E aiuteremo noi stessi.

The high line

tuttogreen

mercoledì 9 novembre 2011

Sono 421 gli orti nelle scuole italiane

Articolo del corriere della sera.




MILANO - L’orto come materia scolastica, la zappa al posto del quaderno. San Martino, 11 novembre, segna la fine dell’anno agricolo, la messa a riposo degli orti, e anche, da qualche anno, la festa degli oltre 400 Orti in condotta disseminati nelle scuole italiane che hanno aderito al progetto di Slow Food: la cultura dell’orto insegnata ai bambini. Il primo School Garden di Slow Food è nato in California una quindicina d’anni fa, mentre il progetto Orto in condotta, tutto italiano, è nato nel 2004: attualmente gli orti scolastici censiti sono 421, e 93 sono condotti da Slow Food, che insieme alle scuole ne ha fatto uno strumento di attività educativa alimentare e ambientale, una vera e propria rete agricolo-scolastica che coinvolge alunni, insegnanti, genitori, nonni, produttori.

LA RETE - Nel 2009 la rete si è allargata a dodici scuole in dieci Paesi europei (Belgio, Bulgaria, Francia, Irlanda, Polonia, Regno Unito, Irlanda del Nord, Romania, Spagna) che lavorano sulle mense e in parallelo sull'educazione alimentare, spesso attraverso l'orto, come succede nella scuola belga di Hovs. Quindi da realtà che sembrava destinata a scomparire dalle città, l’orto torna con prepotenza a manifestarsi: sui tetti, nei cortili delle scuole, nei parchi urbani, abusivo. L’11-11-11, data quanto mai palindroma, la quarta edizione della festa dell’Orto in condotta prevede una grande merenda, ovviamente alternativa ai modelli confezionati pubblicizzati in tivù. L’«evento», cioè una degustazione di pane e olio, coinvolgerà la rete nazionale di Orti in condotta, da San Vito dei Normanni, dove l’orto della primaria Madre Teresa di Calcutta si è arricchito di una compostiera costruita dai trenta alunni che si occupano degli ortaggi, a Livorno dove il progetto ha al suo attivo ormai undici scuole, sino agli istituti di Ipplis, Udine e Monfalcone, dove i ragazzi hanno seminato varietà antiche di grano, e con la farina ricavata hanno cotto il pane.

IN AFRICA - E così mentre da noi nel giorno di san Martino, noto per aver diviso il suo mantello in due e averne donato metà a un mendicante infreddolito, si prepara la merenda orticola che prevede anche un percorso didattico sui cereali con coinvolgimento delle comunità presenti sul territorio per avviare una rete di contatti che genereranno racconti, ricette, visite in azienda, il progetto degli orti scolastici si sta espandendo in tutto il mondo. È un modello che Slow Food ha portato anche in Africa, dal Senegal alla Costa d'Avorio, gli orti contribuiscono a sfamare i bambini con cibo locale e sano. In Uganda – dove il 57% della popolazione soffre per carenze alimentari e il 45% per carenza d’acqua - il progetto convivium Slow Food di Mukuno coinvolge 17 scuole e offre a oltre 620 studenti la possibilità di conoscere e coltivare i prodotti locali che vengono poi cucinati nella mensa scolastica. Un commento di Nalweyiso Jovia, studente della scuola elementare St.Andrew: «Oggi ho assaggiato per la prima volta l’uva spina e ho deciso che a casa mia coltiverò un orto ancora più grande di quello che c’è a scuola».

lunedì 7 novembre 2011

"NATURALMENTE IN EQUILIBRIO"

Cari lettori,
vi annuncio che a breve ci saranno nuove collaborazioni ad arricchire il blog LANDSCAPE DESIGN, aprirà una nuova rubrica dedicata alla nostra salute e al nostro benessere correlato alla natura, tanti consigli utili, tante novità...
La rubrica "NATURALMENTE IN EQUILIBRIO", sarà ricca e curiosa, scritta dalla Dott.ssa Ilaria Giavara laureata in Scienze e Tecnologie dei Prodotti erboristici, cosmetici e dietetici all'Università degli studi di Ferrara.

Seguiteci...a breve tutte le novità!


venerdì 4 novembre 2011

Giornata nazionale dell'albero 21 Novembre 2011

Gli alberi hanno ricoperto per molti secoli gran parte delle terre emerse. L’uomo per secoli ha usufruito delle ricchezze che il bosco fornisce per riscaldarsi, per costruire case e attrezzi, per navigare, insomma, l’albero è certamente un elemento fondamentale della società dell’uomo. Per questo l’albero è diventato un insieme di simboli, di valori storici, religiosi antropologici e ambientali, ha ispirato l’arte, la religione, il mito.

Seconda edizione della Giornata Nazionale dell’Albero che il Ministero dell’Ambiente, in collaborazione con l’ANCI e d’intesa con il Ministero dell’Istruzione, celebra su tutto il territorio nazionale il prossimo 21 novembre. L’obiettivo della Giornata dell’Albero è sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza del patrimonio arboreo e boschivo mondiale ed italiano per la tutela della biodiversità, il contrasto ai cambiamenti climatici e la prevenzione del dissesto idrogeologico. Per raggiungere questo obiettivo si è scelto il modo più semplice e diretto: ogni Comune che aderisce all’iniziativa metterà a dimora un numero di alberi proporzionale ai propri nati che il Ministero dell’Ambiente, grazie alla collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato e con le Regioni, metterà a disposizione, alcuni giorni prima del 21 novembre. La piantumazione dovrà essere possibilmente effettuata, in terreni che abbiano un particolare valore sotto il profilo del tema prescelto: la storia d’Italia attraverso gli alberi e i boschi come testimoni di memorie e avvenimenti storici in occasione del 150° dell’Unità d’Italia.



mercoledì 2 novembre 2011

4 Novembre 2011 Prima Giornata Nazionale del Guerrilla Gardening Italiano

Il Guerrilla Gardening è un movimento (diffuso in tutto il pianeta) i cui attivisti praticano una sorta di giardinaggio politico, trasformando in aiuole fiorite e angoli verdi le aree degradate e abbandonate della città.

Tutti i gruppi di Guerrilla Gardening italiani realizzeranno un attacco verde, ognuno nella propria città o regione,  dando vita al primo attacco nazionale sincronizzato di guerrilla gardening!

 L’azione può essere effettuata tra venerdì 4 e domenica 6 novembre...
Organizzatevi e date vita anche voi al vostro attacco verde!!!!



giovedì 27 ottobre 2011

Tappeto fai da te di muschio

Avevo già pubblicato un articolo sul tappeto di muschio, oggi ve ne voglio proporre un altro  lo propone la giovane designer Pia Wustenburg dal suo sito Pia Design.

Vi consiglio di guardare sul sito anche gli altri prodotti di design!

Idee semplici e poetiche per circondarsi di natura anche nella propria casa senza rinunciare al proprio benessere e al design!

Articolo su tutto green

mercoledì 26 ottobre 2011

L'importanza di progettare un giardino

Vorrei trasmettere a tutti i miei lettori l'importanza di creare un giardino seguendo un progetto realizzato e studiato da persone competenti, che abbiano buone conoscenze sulle piante e su tutto ciò che comprende il mondo del verde. Sono le nostre piante le protagoniste del giardino, assieme agli elementi d'arredo, un loro utilizzo sbagliato può comprommettere l'accoglienza e la funzionalità dell'area.

Il giardino va studiato, progettato, dimensionato seguendo le esigenze del committente e valutando le possibilità del sito; senza dimenticare di valutare e prevedere la successiva manutenzione.
Vanno analizzate le problematiche presenti proponendo diverse soluzioni alternative, valorizzando eventuali punti di interesse già presenti e creandone ulteriori secondo le esigenze e le possibilità dei proprietari.


Come un edificio richiede disegni di progetto un giardino, un parco, richiedono altrettanta attenzione; il progetto va sviluppato ad opera d'arte rispettando l'evuluzione naturale del verde e prevedendo piani di manutenzione adatti e personalizzati.

Per qualsiasi informazione e curiosità contattatemi alla mail alessiaruzza@gmail.com

lunedì 24 ottobre 2011

Il mattino di Padova: Vota il tuo albero "monumento della natura"

Venti alberi di Padova, scelti da un gruppo di esperti del Comune. Dieci di loro riceveranno il titolo di "monumento naturale". A decidere quali saranno i lettori del Mattino: quale è secondo te l'albero più bello della città?


Votate al sondaggio!

lunedì 17 ottobre 2011

E' tempo di occuparci dei bulbi

Siamo in autunno, anche se fino a qualche settimana fa sembrava fosse ancora estate, ma il freddo è arrivato ed è ora di piantare i nuovi bulbi che abbiamo comprato.


Il TULIPANO è una bulbosa, con bulbo periforme, con tunica coriacea bruno-marrone.
Famiglia: Lialiaceae.


I bulbi vanno piantati in autunno fino all'inizio dell'inverno.
Il terreno dev'essere coltivato in profondità, ben drenato.


Possiamo creare aiuole formali, oppure distribuire i bulbi in maniera casuale per ottenere, a primavera un effetto più naturale.





Arbor day 2011 a Padova

Nei parchi E. Venturini-S. Natale (ex-Fistomba) e d'Europa il 21 e 22 ottobre.

L'edizione 2011 dell'Arbor day è organizzata dal Comune di Padova - Settore Verde, Parchi, Giardini e Arredo Urbano, in collaborazione con la Sia (Società italiana di arboricoltura).
L'Arbor day è una manifestazione di fondamentale importanza per tutti gli operatori e i professionisti che si occupano di arboricoltura ed un'occasione di incontro e confronto fra amministratori e cittadini sul tema dell'albero.


Nei due giorni della manifestazione, vengono proposte al pubblico attività che aiutano a capire l'importanza ed il valore di un'adeguata cura dell'albero, sia pubblico che privato. Vengono allestiti cantieri di potatura condotti dai migliori arboricoltori italiani con la tecnica del tree climbing ed effettuate valutazioni di stabilità degli alberi con l'ausilio di tecniche strumentali. Si può vedere come mantenere un albero ma anche come piantarlo.

Alla manifestazione partecipano gli studenti del corso di Selvicoltura urbana dell'Università di Padova ai quali viene rilasciato un attestato di partecipazione. Vengono inoltre realizzate attività specifiche per bambini e percorsi didattici mirati, per le scolaresche elementari e medie inferiori, volte a diffondere la conoscenza dell'albero (Sia junior).


Programma

martedì 11 ottobre 2011

I miei progetti: un giardino privato

Qualche tempo fa ho realizzato questo disegno per un giardino privato.




Un semplice schizzo realizzato a mano, con china e acquerelli.

venerdì 7 ottobre 2011

Architettura del paesaggio in Italia

E' uscito il volume "ARCHITETTURA DEL PAESAGGIO IN ITALIA" a cura di ANNA LETIZIA MONTI e PAOLO VILLA.

giovedì 6 ottobre 2011

TOPINAMBUR, bellissimi fiori gialli

In questo periodo avrete di sicuro notato lungo strade e argini, bellissimi fiori gialli che formano macchie dorate. E’ il topinambur (helianthus tuberosus) anche conosciuto come patata del canada, tartufo di canna, pera di terra.
E’ una varietà di girasoli perenni coltivata per il tubero che assomiglia ad una piccola patata bitorzoluta ma ha un sapore che ricorda il carciofo.


La sua caratteristica principale è la fioritura autunnale per cui viene coltivata anche come pianta ornamentale. Terminata la fioritura la pianta si secca e sparisce ma in primavera è pronta a emanare nuovi getti.
Non è una pianta particolarmente esigente, ha bisogno solo di pieno sole.
Il topinambur cresce meglio se innaffiato regolarmente ma, una volta adattatosi, sopporta anche lunghi periodi di siccità.


Su questo sito potete trovare diverse ricette con topinambur.


Un grazie al blog: http://www.unpugnoditerraeunseme.com/


Prodotti DELTA DEL PO

SUN OUTDOOR PASSION

SUN Rimini Fiera
29° Salone internazionale dell'Esterno dal 20 al 22 Ottobre 2011

orario 9:30-18:30

SUN, il Salone Internazionale dell’Esterno, è la fiera internazionale riservata ai professionisti dell’outdoor. Piattaforma di business privilegiata e osservatorio unico e autorevole per l’intero settore dell’arredo per esterni, SUN è lo snodo di un mercato mondiale in crescita che vede l’Italia sempre più protagonista in termini di produzione, export e import.


Diamo un po' i numeri:
12 padiglioni
90.000 mq di superficie espositiva
700 espositori
25.000 visitatori professionali da 56 Paesi nel 2010


lunedì 3 ottobre 2011

Labirinto di mais in Olanda

Due ettari di piante di mais dentro le quali ciclisti e pedoni si divertono a circolare.
Ideatore di questa ingegnosa “opera” è l’inglese Adrian Fisher.
Conosciuto ai più dal 2003 per le sue opere che sono diventate vere e proprie attrazioni, ogni anno Fisher regala ai turisti e ai residenti opere a tema.



Tratto da tuttogreen

venerdì 30 settembre 2011

Google avanti con l'energia!

Oggi il doodle per google ci fa riflettere..

Avanti con energia!
Un'Italia all'insegna della ecosostenibilità, capace di valorizzare e di fare tesoro delle fonti di energia pulite e rinnovabili; che mette al bando sprechi e forme di inquinamento, per riconquistare quanto di più bello caratterizza il proprio paesaggio.

E' così che vedono l'Italia i bambini della Scuola Primaria Borgo Rosselli, Porto San Giorgio; è così che dovremmo vedere il nostro paese tutti noi...
Il nostro paesaggio...guardiamoci intorno e salvaguardiamolo, investendo e credendo nel cambiamento e nel miglioramento!

giovedì 29 settembre 2011

Nel mio giardino: Hebe x "Andersonii Variegata"

La prima rubrica del mio blog è NEL MIO GIARDINO, dove posterò foto e notizie delle piante che possiedo.

HEBE X "ANDERSONII VARIEGATA" detta veronica variegata, è un arbusto a foglie persistenti, per cui il suo periodo d'interesse è esteso ai 12 mesi con particolare effetto nei mesi autunnali, quando sono presenti infiorescenze a spighe composte da numerosi fiori viola. Le foglie sono persistenti di colore verde chiaro con variegature giallo/panna.
Preferisce terreno fertile, di medio impasto, ben drenato.
E' necessario irrigarla periodicamente ma attenzione a non creare ristagni idrici.

martedì 27 settembre 2011

Tappeto di muschio

Oggi ho scovato nel web questo tappeto "erboso"!!!

Volete provare la sensazione di camminare a piedi nudi sull’erba dopo aver fatto il bagno?
La designer La Chanh Nguyen ha pensato a un tappeto da bagno fatto di muschio e schiuma imputrescible. L’attenta selezione dei muschi e l’ambiente umido del bagno ne garantiscono la durata.


lunedì 26 settembre 2011

Bonsai

Un compagno di università mi ha chiesto di consigliargli dei siti riguardanti la cura dei Bonsai..

http://www.bonsaiempire.it/

http://absbonsai.org/

http://www.bonsai-italy.com/

http://www.easybonsai.it/

In bocca al lupo per la coltivazione, formazione e cura di queste piccole meraviglie!

AppVerde: coltivare le rose

Si chiama APPverde la nuova applicazione gratuita realizzata della casa editrice Talea in collaborazione con Bayer Garden e Grandi Giardini Italiani, che insegna a coltivare e curare piante e fiori con l’aiuto di iPhone e iPad.
La prima versione di AppVerde è dedicata alla rosa.


fiori e foglie

venerdì 23 settembre 2011

L'orto sul tavolo!

Segnalato dal mio collega di studi Davide Zanin, posto la notizia di questo tavolo davvero particolare.

Un contenitore a forma di tavolo costruito in acciaio galvanizzato (e quindi resistente alle intemperie) che, riempito di terriccio, può ospitare un metro quadrato di orticello. È disponibile in diverse dimensioni, è trasportabile grazie a delle comode rotelle e, ovviamente, è provvisto di fori per il drenaggio.

La notizia è stata trovata sul sito Coltivare l'orto
Orti urbani

mercoledì 21 settembre 2011

Un tavolo in erba

Un elegante tavolo in noce, il cui piano d’appoggio viene tagliato in verticale da una striscia di prato.


Emily Wettstein Table

Emily Wettstein Table, un tavolo in erba

EuTopiaStudio presenta IL LABIRINTO DI BORGES

Venerdì 17 settembre al convegno "ECOtechGREEN-Verso la città fertile"  è stato presentato il progetto "Il labirinto di Borges" di EuTopiaStudio, Marco Tosato agronomo e paesaggista.







3.200 piante di bosso a Venezia, nell’Isola di San Giorgio.
Il labirinto è stato inaugurato il 14 giugno 2011.

www.eutopiastudio.it
EuTopiaStudio facebook